martedì 31 ottobre 2017

[BLOGTOUR + GIVEAWAY] BELIEVELAND. 3^ TAPPA: FOCUS SU BELIEVELAND - LE GEMELLE



Buonasera a tutti lettori e buon Halloween. Oggi sono qui con un altro post dedicato a un blogtour di un libro che ho concluso da poco e che ho apprezzato tantissimo. Continuate a leggere fino alla fine perchè prima della conclusione ci saranno delle regole per partecipare al giveaway di questo libro che proprio due giorni fa ha compiuto un anno dalla sua pubblicazione.




TITOLO: Believeland
Le gemelle
AUTRICE: Noemi Villari
EDITORE: Lettere Animate
GENERE: Fantasy 
PAGINE: 202
PREZZO: 15€ cartaceo
2,99€ ebook
PUOI COMPRARE L'EBOOK QUI 
PUOI COMPRARE IL CARTACEO QUI

TRAMA

Alessia ha sedici anni e abita in Italia. Ogni notte sogna di stare nei panni di Ilda, un'orfana di Believeland. Ma non è questa la sua unica stranezza, Alessia esercita un forte potere persuasivo su chiunque. Chiunque tranne che su Derek, un affascinante ragazzo che incontra alla festa di fine anno. Per la prima volta è lui ad ammaliare Alessia e a rovinare i suoi rapporti con la madre e con Daniele, il suo migliore amico. Derek la persuade perfino a seguirlo in un altro mondo: Believeland. È proprio lì che abita Ilda, lei esiste davvero, così come esiste una spiegazione ai poteri di Alessia. A Believeland, infatti, convivono umanoidi di tutte le razze, dotati di poteri e non. Al governo ci sono i potenti elfel, nati dall'unione tra elfi e angeli. Anche Ilda scopre qualcosa di più sulle sue origini grazie a un incontro, quello con Erika. Le due, infatti, si somigliano molto: potrebbero essere gemelle? Che legame hanno Alessia e Ilda, invece? A Believeland tutto è possibile e un segreto può celarsi anche sotto l'assoluta verità.

L'AUTRICE:



Risultati immagini per noemi villari

Noemi Villari è una ragazza siciliana, studia Scienze della comunicazione a Messina e questo è il suo primo romanzo. È stato pubblicato nel 2016 da Lettere Animate Editore.

Believeland


Dopo anni passati a guardare il cielo di notte, riesco a intravedere la barriera, noto quando il riflesso di qualche stella la colpisce. Ma esiste qualcosa al di fuori di essa, deve esistere. Qualcosa di così infinitamente bello non può essere finito.
Pag.5 (Pensiero di Ilda nel Prologo)

  Il primo passo fu pesante, come se non ricordassi più come si cammina. Mi sembrava che tutti avrebbero potuto sentire i miei anfibi sbattere contro il mosaico del marciapiede. Era formato da tanti pezzetti colorati, che insieme creavano forme astratte, simili agli scarabocchi che siamo soliti fare quando parliamo al telefono o, nel mio caso, quando mi annoio nell’ora d’inglese. Linee curve che si arrotolavano su se stesse per poi stendersi e unirsi a linee più rette o che andavano a ramificarsi formando fiori, occhi, cerchi, labirinti…
- Alza lo sguardo, avrai modo di vedere molto altro che l’arte di questo posto.
In effetti il mio occhio artistico mi stava portando solo a vedere i frutti dell’uomo (o altro essere che sia) e non quelli della natura. Effetti collaterali causati da due anni di liceo artistico.
- Dove siamo?
Mi sorrise e mi diede la mano, forse per seguire meglio al ritmo della sua camminata.
- Nella capitale di Believeland: Basìlia.
- Wow.
  Per quel poco che ricordavo dalle lezioni noiose d’inglese, letteralmente doveva voler dire “la terra dei credenti” o di chi crede. Ma credere a cosa? In un Dio o in un mondo magico?
Pag. 91-92 (Alessia arriva a Believeland)

Believeland non è sempre stata abitata da tutte le razze della specie umanoide. Prima dell’arrivo degli angeli, vi erano presenti solo quelle dotate di poteri. Gli elfi erano gli unici che riuscivano a stabilire un certo equilibro tra la flora e la fauna, grazie alle loro abilità nel comprendere il linguaggio di tutti gli animali e al loro grande amore verso la natura. Ma tra le altre razze c’era sempre qualche rancore, causato dalle enormi divergenze sia fisiche sia psichiche. Con l’arrivo degli angeli, le cose cambiarono. Essi venivano dalla Terra, mandati da Dio e portavano con loro gli umani, esseri non dotati di alcun potere. Gli angeli si fecero subito riconoscere per le loro grandi doti politiche poiché possedevano un grande pregio, ma anche un grande difetto: non potevano mentire. Sarebbe stato ingiusto, però, far governare Believeland dai nuovi arrivati, perché essi non conoscevano bene il popolo. La risposta al dilemma di chi sarebbe stato più adatto a governare tra loro e gli elfel, fu data dalla natura stessa. Da una sacra benedizione, nacque il primo elfel: Basìlia. Presto si capì che aveva ereditato poteri psichici e caratteristiche fisiche miste. Da allora s’iniziò a capire che l’ideale sarebbe stato dare il potere in mano a questa nuova razza, così perfetta per tale compito.
Pag.126-127 (Da un libro nella biblioteca del palazzo reale degli elfel)

Noi abbiamo potere perché il popolo crede che lo abbiamo, e la loro ignoranza dà più potere alla nostra autorità. Diamo loro solo le verità necessarie, il resto possiamo anche ometterlo: non è mentire.
Pag. 174 (Lo dice un saggio elfel ad Alessia)

EXTRA: UN MIO BREVE PENSIERO RIGUARDANTE IL MONDO DI BELIEVELAND

All'inizio del romanzo ero rimasta un po confusa dal cambio di punto di vista, ma andando avanti sono riuscita a capire meglio dove mi trovassi e quando. Nel momento in cui ho conosciuto effettivamente il mondo di Believeland ne sono rimasta affascinata e in un attimo ho pensato di essere a Narnia, nella corte Seelie, insomma in quell'attimo sono stata in tanti posti contemporaneamente. Il modo in cui l'autrice racconta del mondo che ha creato è piuttosto semplice e non dettagliato al massimo, ma nonostante ciò sono riuscita ad immaginare tutto alla perfezione. Il fatto di trovarmi finalmente, dopo tanto tempo ormai, in un mondo popolato da personaggi fantastici mi ha fatto tornare a casa, è così che in quel momento mi sono sentita, a casa e lontana dal pericolo, una sensazione che non provavo da tanto proprio perchè era da parecchio che non leggevo di un mondo così. Quindi per chi ha sempre letto romanzi fantasy, ambientati in posti fantastici non potrà che apprezzare questo lato del libro insieme a tutti i personaggi che lo completeranno nella sua interezza.

LE ALTRE TAPPE DEL BLOGTOUR


LE REGOLE PER PARTECIPARE AL GIVEAWAY:

1. Commentare una delle tappe del blogtour e seguire il relativo blog ospitante
2. Seguire il blog e la pagina facebook dell'autrice NoemiVillari
3. Per l'assegnazione del numero aspettare il 3 novembre, data in cui l'autrice commenterà ogni tappa del blogtour assegnando i numeri ai partecipanti. Il giorno stesso, alle 19 verrà pubblicherà l'ultima tappa del blogtour, ovvero l'estrazione del giveaway

Ed eccoci qui, alla fine del post. Spero vivamente vogliate partecipare in tanti al giveaway perchè secondo me il libro merita di essere letto, è una storia che potrebbe farvi riflettere molto e spero possa attirare almeno gli amanti del genere. La prossima tappa sarà il due novembre e l'estrazione il tre, non perdetevela e io vi lascio augurandovi nuovamente una buona serata. 








5 commenti:

  1. grazie per la tua bella recensione il libro mi piace molto e non conoscevo affatto l'autrice

    RispondiElimina
  2. Adoro entrare in mondo fantastici ed originali e il mondo Believeland ha tutte le carte in regola per conquistarmi!

    RispondiElimina
  3. wow che mondi davvero fantastici, di nome e di fatto!

    RispondiElimina
  4. Ciao ti ho nominata per il Blogger Recognition Award, ti lascio il link :-)
    http://un-libro-sul-comodino.blogspot.it/2018/01/blogger-recognition-award.html

    RispondiElimina
  5. Ciao mi presento sono Fedy e anche io come te ho la passione per i libri.
    Trovo il tuo blog molto bello e anche interessante.
    Sono una tua lettrice fissa.Se ti va passa a dare un'occhiata al mio blog http://lapiccolalibreriadelcuore.blogspot.it ne sarei molto felice…

    RispondiElimina